According to the Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO), about 1.3 billion tons of food are wasted every year, equal to one third of all food produced globally. Of these, about 20% are dairy products, 45% are fruit and vegetables, 20% are meat and 35% are fish products; losses are predominant in the processing, distribution and consumption stages. (http://www.fao.org/save-food/en/) In addition, more than 130 million tons of plastic are produced each year, according to WWF, of which 8 million tons end up in the oceans. FAO and Messe Düsseldorf are currently collaborating with bilateral and multilateral agencies, institutions and partners from the private sector, such as the food packaging industry, to develop new technologies and implement the SAVE FOOD Initiative program, which aims to reduce the food waste and waste reduction. The fight against plastic and food waste have greatly sensitized the world of packaging; in fact, numerous researchers are working on possible intelligent and active packaging solutions, sustainable starting from biopolymers, to try to reduce the quantities of plastic produced and to improve the shelf-life of food. In the last decade, nanocellulose has become the subject of study for the creation of new packaging. The aim of this thesis is to provide information on new nanocellulose-based packaging technologies and highlight the positive effects of active packaging on food.

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), ogni anno vengono sprecati circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti, pari a un terzo di tutti gli alimenti prodotti a livello globale. Di questi, circa il 20% sono prodotti lattiero-caseari, il 45% è rappresentato da frutta e verdura, il 20% da carne e il 35% da prodotti ittici; le perdite sono predominanti nelle fasi di lavorazione, distribuzione e consumo. (http://www.fao.org/save-food/en/) Inoltre, secondo il WWF vengono prodotti oltre 130 milioni di tonnellate di plastica ogni anno, di cui 8 milioni di tonnellate finiscono negli oceani. La FAO e Messe Düsseldorf, stanno attualmente collaborando con agenzie bilaterali e multilaterali, istituzioni e partner del settore privato, come l’industria dell’imballaggio alimentare, per sviluppare nuove tecnologie e attuare il programma SAVE FOOD Initiative, che ha come obiettivi la riduzione dello spreco degli alimenti e la riduzione dei rifiuti. La lotta contro la plastica e lo spreco alimentare hanno sensibilizzato notevolmente il mondo del packaging; infatti, numerosi ricercatori stanno lavorando a possibili soluzioni di imballaggi intelligenti e attivi, sostenibili a partire da biopolimeri, per cercare di ridurre le quantità di plastica prodotte e per migliorare la shelf-life degli alimenti. Nell’ultimo decennio, la nanocellulosa è diventata oggetto di studio per la realizzazione di nuovi packaging. L’obiettivo di questo lavoro di tesi è fornire informazioni sulle nuove tecnologie di packaging a base di nanocellulosa ed evidenziare gli effetti positivi degli imballaggi attivi sugli alimenti.

Applicazioni dei polimeri di nanocellulosa nel food packaging

ANTENUCCI, EMILIA LUIGIA
2019/2020

Abstract

Secondo l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO), ogni anno vengono sprecati circa 1,3 miliardi di tonnellate di alimenti, pari a un terzo di tutti gli alimenti prodotti a livello globale. Di questi, circa il 20% sono prodotti lattiero-caseari, il 45% è rappresentato da frutta e verdura, il 20% da carne e il 35% da prodotti ittici; le perdite sono predominanti nelle fasi di lavorazione, distribuzione e consumo. (http://www.fao.org/save-food/en/) Inoltre, secondo il WWF vengono prodotti oltre 130 milioni di tonnellate di plastica ogni anno, di cui 8 milioni di tonnellate finiscono negli oceani. La FAO e Messe Düsseldorf, stanno attualmente collaborando con agenzie bilaterali e multilaterali, istituzioni e partner del settore privato, come l’industria dell’imballaggio alimentare, per sviluppare nuove tecnologie e attuare il programma SAVE FOOD Initiative, che ha come obiettivi la riduzione dello spreco degli alimenti e la riduzione dei rifiuti. La lotta contro la plastica e lo spreco alimentare hanno sensibilizzato notevolmente il mondo del packaging; infatti, numerosi ricercatori stanno lavorando a possibili soluzioni di imballaggi intelligenti e attivi, sostenibili a partire da biopolimeri, per cercare di ridurre le quantità di plastica prodotte e per migliorare la shelf-life degli alimenti. Nell’ultimo decennio, la nanocellulosa è diventata oggetto di studio per la realizzazione di nuovi packaging. L’obiettivo di questo lavoro di tesi è fornire informazioni sulle nuove tecnologie di packaging a base di nanocellulosa ed evidenziare gli effetti positivi degli imballaggi attivi sugli alimenti.
2019
2020-10-08
Nanocellulose-polymer composites for application in food packaging
According to the Food and Agriculture Organization of the United Nations (FAO), about 1.3 billion tons of food are wasted every year, equal to one third of all food produced globally. Of these, about 20% are dairy products, 45% are fruit and vegetables, 20% are meat and 35% are fish products; losses are predominant in the processing, distribution and consumption stages. (http://www.fao.org/save-food/en/) In addition, more than 130 million tons of plastic are produced each year, according to WWF, of which 8 million tons end up in the oceans. FAO and Messe Düsseldorf are currently collaborating with bilateral and multilateral agencies, institutions and partners from the private sector, such as the food packaging industry, to develop new technologies and implement the SAVE FOOD Initiative program, which aims to reduce the food waste and waste reduction. The fight against plastic and food waste have greatly sensitized the world of packaging; in fact, numerous researchers are working on possible intelligent and active packaging solutions, sustainable starting from biopolymers, to try to reduce the quantities of plastic produced and to improve the shelf-life of food. In the last decade, nanocellulose has become the subject of study for the creation of new packaging. The aim of this thesis is to provide information on new nanocellulose-based packaging technologies and highlight the positive effects of active packaging on food.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
FRONTESPIZIO Antenucci.pdf

embargo fino al 07/10/2023

Dimensione 118.04 kB
Formato Adobe PDF
118.04 kB Adobe PDF
TESI ANTENUCCI .pdf

embargo fino al 07/10/2023

Dimensione 2.3 MB
Formato Adobe PDF
2.3 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12075/2151