Studente FERRETTI, DANIELE
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze della Vita e dell'Ambiente
Corso di studio SCIENZE AMBIENTALI E PROTEZIONE CIVILE
Anno Accademico 2019
Data dell'esame finale 2020-07-21
Titolo italiano I BASSI LIVELLI DI MICROPLASTICHE NEI MITILI NATURALI SUGGERISCE CHE L'INGESTIONE DA PARTE DELL'UOMO DI QUESTE PARTICELLE DURANTE UN PASTO E' MINIMA SE CONFRONTATA CON L'INGESTIONE ACCIDENTALE DI FIBRE DI ORIGINE DOMESTICA
Titolo inglese LOW LEVELS OF MICROPLASTICS (MP) IN WILD MUSSELS INDICATE THAT MP INGESTION BY HUMANS IS MINIMAL COMPARED TO EXPOSURE VIA HOUSEHOLD FIBRES FALLOUT DURING A MEAL
Abstract in italiano Le microplastiche (MP) sono i detriti più numerosi segnalati in ambienti marini e la valutazione di la quantità di particelle che si accumulano negli organismi selvatici è necessaria per la valutazione del rischio. Il nostro obiettivo doveva valutare la contaminazione da MP nelle cozze raccolte intorno alla costa della Scozia (Regno Unito) per identificare caratteristiche delle particelle e valutare il rischio di esposizione umana alla ingestione di cozze. Noi distribuito cozze in gabbia (Mytilus edulis) in un estuario urbanizzato (Edimburgo, Regno Unito) per valutare la stagionalità cambiamenti nell'inquinamento plastico e raccolta di cozze (Mytilus spp e subtidal Modiolus modiolus) da otto stazioni di campionamento in Scozia per elencare i tipi di MP in diverse località. Abbiamo deciso la potenziale esposizione dell'uomo alle fibre di polvere domestiche durante un pasto da confrontare con quantità di Particelle presenti nelle cozze commestibili. Il numero medio di MP in M. modiolus era 0,086 ± 0,031 (SE, n = 6) / gww (3,5 ± 1,29 (SE) per mitilo). In Mytilus spp, il numero medio di MP / gw era di 3,0 ± 0,9 (SE, n = 36) (3,2 ± 0,52 (SE) per mitilo), ma dipende dal peso. L'accuratezza visiva dell'identificazione delle fibre di plastica era stimato tra il 48 e il 50%, utilizzando rispettivamente la colorazione del Nilo rosso e le metodologie FT-IR, dimezzare la quantità osservata di parlamentari nelle cozze selvatiche. Abbiamo osservato una relazione allometrica tra il numero di particelle e il peso umido delle cozze. Le nostre previsioni sull'ingestione di MP da parte dell'uomo per consumo di cozze sono di 123 MP particelle / anno / capite nel Regno Unito e possono arrivare a 4620 particelle / anno / capite in paesi con un consumo di molluschi più elevato. In confronto, il rischio di ingestione di plastica tramite cozze il consumo è minimo rispetto all'esposizione alle fibre durante un pasto attraverso la ricaduta della polvere in una casa (13.731 e 68.415 particelle / Y / capita).
Abstract in inglese Microplastics (MPs) are the most numerous debris reported in marine environments and assessment of the amounts of MPs that accumulate in wild organisms is necessary for risk assessment. Our objective was to assess MP contamination in mussels collected around the coast of Scotland (UK) to identify characteristics of MPs and to evaluate risk of human exposure to MPs via ingestion of mussels. We deployed caged mussels (Mytilus edulis) in an urbanised estuary (Edinburgh, UK) to assess seasonal changes in plastic pollution, and collected mussels (Mytilus spp and subtidal Modiolus modiolus) from eight sampling stations around Scotland to enumerate MP types at different locations. We determined the potential exposure of humans to household dust fibres during a meal to compare with amounts of MPs present in edible mussels. The mean number of MPs in M. modiolus was 0.086 ± 0.031 (SE, n = 6)/gww (3.5 ± 1.29 (SE) per mussel). In Mytilus spp, the mean number of MPs/g ww was 3.0 ± 0.9 (SE, n = 36) (3.2 ± 0.52 (SE) per mussel), but weight dependent. The visual accuracy of plastic fibres identification was estimated to be between 48 and 50%, using Nile Red staining and FT-IR methodologies, respectively, halving the observed amounts of MPs in wild mussels. We observed an allometric relationship between the number of MPs and the mussels wet weight. Our predictions of MPs ingestion by humans via consumption of mussels is 123 MP particles/y/capita in the UK and can go up to 4620 particles/y/capita in countries with a higher shellfish consumption. By comparison, the risk of plastic ingestion via mussel consumption is minimal when compared to fibre exposure during a meal via dust fallout in a household (13,731e68,415 particles/Y/capita).
Relatore BENEDETTI, MAURA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
FRONTESPIZIO.pdf   fino a2023-07-20 TITOLO DEFINITIVO: "I BASSI LIVELLI DI MICROPLASTICHE NEI MITILI NATURALI SUGGERISCE CHE L'INGESTIONE DA PARTE DELL'UOMO DI QUESTE PARTICELLE DURANTE UN PASTO E' MINIMA SE CONFRONTATA CON L'INGESTIONE ACCIDENTALE DI FIBRE DI ORIGINE DOMESTICA" 311.39 kB Adobe PDF
TESI.pdf   fino a2023-07-20 elaborato tesi salvato con formato PDF/A 6.85 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/2256