Studente ROSSINI, GINEVRA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze Biomediche e Sanita' Pubblica
Corso di studio Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere)
Anno Accademico 2019
Data dell'esame finale 2020-11-26
Titolo italiano IL RUOLO DELL'INFERMIERE CASE MANAGER NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE AFFETTO DA ALCOL DIPENDENZA
Titolo inglese THE ROLE OF THE CASE MANAGER NURSE IN THE MANAGEMENT OF PATIENTS WITH ALCOHOL DEPENDENCE
Abstract in italiano Background Il modello assistenziale del Case management può, se applicato, migliorare la qualità dell’assistenza e del percorso di cura del paziente alcol dipendente? L’alcol dipendenza è una malattia cronica, caratterizzata da alterazioni comportamentali, fisiche e psichiche causate dal consumo compulsivo di quantità elevate di alcol. E’ una condizione che mina fortemente la qualità della vita e procura un grave disagio psico-fisico. Deve essere affrontata attraverso un approccio multidisciplinare, che preveda una stretta collaborazione tra gli operatori sanitari, le famiglie, i servizi territoriali e le associazioni, con al centro il paziente che deve essere reso “complice” del piano assistenziale - riabilitativo. Il case management fornisce un contributo unico all'integrazione dell'assistenza sanitaria, dei servizi sociali e di altri servizi settoriali e sostiene le persone con condizioni di salute complesse Materiale e metodi Sono state condotte una ricerca bibliografica e un’indagine attraverso questionario. La ricerca bibliografica, telematica e cartacea, è stata effettuata per individuare documenti utili alla realizzazione sia dei questionari sia della parte teorica; per completare la raccolta dati si sono consultati database clinici. Risultati Analizzando i dati dei questionari si è potuto dimostrare che: l’84.1% degli infermieri conosce il modello assistenziale del case management, l’86.4% crede che la sua applicazione possa migliorare la qualità dell’assistenza erogata ed in particolar modo l’efficacia della riabilitazione dei pazienti alcol dipendenti nel territorio. Nonostante ciò il 70.4% del campione afferma che nella propria realtà lavorativa il modello non venga applicato, se non raramente ed il 60,4% dei professionisti crede che i servizi rivolti alle dipendenze patologiche attualmente presenti ed attivi non siano sufficienti a garantire un adeguato percorso di cura, e quindi un adeguata continuità assistenziale, ai pazienti alcol dipendenti. Conclusioni I risultati positivi dalle rilevazioni hanno evidenziato due aspetti: la possibilità per il modello del case management di avere un impatto concreto nel percorso di cura dei pazienti affetti da dipendenze patologiche, ed in particolare alcol dipendenti, ma allo stesso tempo anche le diverse lacune nei servizi attualmente attivi e presenti nel territorio le quali non permettono di garantire un’adeguata continuità delle cure e quindi un adeguato percorso di cura. Lo sviluppo della revisione ha inoltre evidenziato come siano necessari maggiori studi riguardo l’efficienza del case management applicato all’area della salute mentale e una mancanza di standardizzazione nella terminologia e nei metodi utilizzati per la ricerca.
Abstract in inglese Background Can the care model of case management, if applied, improve the quality of care and the care path of the alcohol dependent patient? Alcohol addiction is a chronic disease characterized by behavioral, physical and mental alterations caused by the compulsive consumption of high amounts of alcohol. It is a condition that strongly undermines the quality of life and causes severe psycho-physical discomfort. It must be addressed through a multidisciplinary approach, which provides for close collaboration between health professionals, families, local services and associations, with the patient at the center who must be made an "accomplice" in the care-rehabilitation plan. Case management makes a unique contribution to the integration of health care, social services and other sectoral services and supports people with health conditions. Materials and Methods A bibliographic search and a questionnaire survey were conducted. The bibliographic, telematic and paper research was carried out to identify documents useful for both the questionnaires and the theoretical part; clinical databases were consulted to complete the data collection. Results Analyzing the data of the questionnaires it was possible to demonstrate that: 84.1% of nurses know the care model of case management, 86.4% believe that its application can improve the quality of the assistance provided and in particular the effectiveness of rehabilitation of alcohol-dependent patients in the area. Despite this, 70.4% of the sample affirms that in their working reality the model is not applied, except rarely and 60.4% of professionals believe that the services aimed at pathological addictions currently present and active are not sufficient to guarantee an adequate path of care, and therefore an adequate continuity of care, to alcohol-dependent patients. Conclusions The positive results from the surveys highlighted two aspects: the possibility for the case management model to have a concrete impact in the treatment path of patients suffering from pathological addictions, and in particular alcohol dependent, but at the same time also the various gaps in services currently active and present in the territory which do not allow to guarantee adequate continuity of care and therefore an adequate treatment path. The development of the review also highlighted the need for more studies on the efficiency of case management applied to the area of ​​mental health and a lack of standardization in the terminology and methods used for research.
Relatore GIACOMELLI, SILVIA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
frontespizio firmato.pdf   fino a2023-11-25 259.81 kB Adobe PDF
Tesi di laurea con immagini e grafici.pdf   fino a2023-11-25 Tesi di laurea completa Pdf/A 1.7 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/3193