Studente CERVILLIO, VALENTINA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze Biomediche e Sanita' Pubblica
Corso di studio Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere)
Anno Accademico 2019
Data dell'esame finale 2020-11-28
Titolo italiano I benefici e l'interazione armoniosa tra i pazienti pediatrici oncologici e gli animali da compagnia: una revisione della letteratura
Titolo inglese Benefits and harmonious interaction between oncology pediatric patients and pets: a literature review
Abstract in italiano Introduzione Oggi l'82% dei bambini e l'86% degli adolescenti è in vita a cinque anni dalla diagnosi grazie alle nuove terapie; alcuni decenni fa soltanto 3 bambini su 10 sopravvivevano a una diagnosi di cancro, oggi invece 3 piccoli su 4 guariscono completamente. (Airc, 2019). Oltre che alla guarigione clinica, è fondamentale prestare attenzione alla risoluzione disagio psicologico. Per i bambini affetti da cancro, essere ricoverati in ospedale rappresenta una grande fonte di stress. I bambini ospedalizzati non sono solo privati del mondo familiare e confortante, ma devono anche affrontare vari trattamenti spesso dolorosi, devono adattarsi rapidamente a nuove persone e stili di vita. Possono inoltre perdere la scuola o le attività extracurriculari, riducendo il tempo che trascorrono con i loro pari e quindi essere propensi verso l’auto-isolamento e la solitudine. Il cancro infantile è una malattia che colpisce non solo pazienti, ma anche tutta la loro famiglia (Alderfer & Kazak, 2006). I genitori possono infatti combattere con angoscia, dolore e depressione in misura ancora maggiore rispetto al proprio figlio, il quale potrebbe non essere in grado di comprendere pienamente la situazione a causa dell’età ridotta. Pertanto, è importante offrire a questi bambini e alle loro famiglie modi concreti per adattarsi meglio allo stress del ricovero e dai problemi derivanti da un’esperienza così traumatica. Tra le varie opzioni, una terapia complementare ed efficace è proprio rappresentata dalla pet therapy sia in riferimento ai bambini, che alle famiglie/caregiver sia al personale sanitario. Materiali e Metodi E’ stata effettuata una revisione integrativa della letteratura, condotta sulle seguenti banche dati: PubMed, Google Scholar, SAGE Journal, Cinhal comprendendo tutti gli articoli pubblicati fino ad oggi. Da questa ricerca sono stati recuperati 7 articoli pertinenti. Risultati Dai risultati emergono considerazioni e esiti assolutamente positivi sulle reazioni dei pazienti, dei genitori e del personale: diminuzione di stress, ansia, dolore, miglioramento dei segni vitali, miglior accettazione del proprio stato, migliore interazione con gli altri, socializzazione. Conclusioni I risultati sottolineano il ruolo benefico della terapia animale sulla dimensione fisica, sociale, emotiva e sull’autostima, fornendo così un’alternativa complementare e valida al nursing attuale.
Relatore SIMONETTI, VALENTINA
Controrelatore ANDREUCCI, MARIDA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
frontespizio1.pdf   fino a2023-11-27 298.71 kB Adobe PDF
Cervillio pdfa.pdf   fino a2023-11-27 377.97 kB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/3345