Studente ROMANO, SARA
Facoltà/Dipartimento Dip.Scienze Agrarie,Alimentari e Ambientali
Corso di studio SCIENZE AGRARIE E DEL TERRITORIO
Anno Accademico 2019
Data dell'esame finale 2020-07-23
Titolo italiano CARATTERIZZAZIONE MORFOMETRICA DI DUE POPOLAZIONI DI ONOPORDUM TAURICUM WILLD. NELL'APPENNINO CENTRALE
Titolo inglese MORPHOMETRIC CHARACTERIZATION OF TWO ONOPORDUM TAURICUM WILLD. POPULATIONS IN THE CENTRAL APENNINES
Abstract in italiano Lo scopo di questo progetto di lavoro è quello di caratterizzare due popolazioni spontanee di Onopordum tauricum Willd. nell'area dell'Appennino: uno situato a Cupi (Marche) e l'altro a Colfiorito (Umbria). È stato condotto uno studio morfometrico su piante e semi basandosi su parametri qualitativi e quantitativi. Abbiamo raccolto dati e quindi, utilizzando l'analisi multivariata (PERMANOVA) per tratti selezionati, abbiamo cercato di caratterizzare e descrivere la varianza morfometrica delle specie e di testare le differenze tra le popolazioni. Questo test si basa sul calcolo delle distanze morfometriche tra ciascun individuo delle due popolazioni. Grazie al Classification Tree, abbiamo stabilito che c'era una differenza significativa tra le popolazioni per l'aspetto descritto come La (lunghezza dell'ala dello stelo). Le piante di Colfiorito hanno La≥1,05 mm mentre quelle Cupi ≤1,05 mm. Inoltre, dopo un'analisi morfometrica dei semi usando ImageJ, un software in grado di misurare vari parametri, come area, perimetro, circolarità, lunghezza, larghezza, rotondità, solidità e valore del grigio medio, siamo stati in grado di definire che i ciprioti di Colfiorito erano molto più grandi di quelli di Cupi. Oltre a ciò, il lavoro mirava a progettare un protocollo per la germinazione dei semi, in collaborazione con la Banca del Germoplasma del Parco Nazionale della Majella. Al fine di superare la dormienza dei semi, le cipsele sono state sottoposti a pre-trattamenti come scarificazione chimica con H₂SO₄ per 2 e 4 minuti e quindi 20 ° C, a due diverse concentrazioni di soluzione GA3, acidi umici e temperatura di 25 ° C, pre-raffreddamento seguito da 25 ° C e vernalizzazione a 5 ° C per 30, 50 e 100 giorni. Inoltre abbiamo ricreato diverse condizioni in un ambiente controllato, come temperatura di 5 ° C, 20 ° C, 25 ° C senza fonti di luce e temperatura di 15 ° C, 20 ° C, 25 ° C con 12 ore di luce . Abbiamo stimato che la vernalizzazione a 5 ° C per 50 giorni e fotoperiodo di 12 ore di luce a 20 ° C era la migliore combinazione per superare la dormienza e ottenere piantine di Onopordum tauricum.
Abstract in inglese The purpose of this work project is to characterize two spontaneus populations of Onopordum tauricum Willd. in the Appennino area: one placed in Cupi (Marche) and the other one in Colfiorito (Umbria). A morphometric study of plants and seeds has been conducted relying on qualitative and quantitative parameters. We collected data and then, using multivariate analysis (PERMANOVA) for selectioned traits, we tryed to characterize and describe the species morphometric variance and to test the differences between populations. This test is based on the calculation of morphometric distances between each individual of the two populations. Thanks to Classification Tree, we established that there was a significative difference between the populations for the aspect described as La (lenght of the wing of the stem). Plants of Colfiorito have La≥1.05 mm while Cupi ones ≤1.05 mm. Furthermore, after a morphmetric analysis of seeds using ImageJ, a software capable of measurig various parameters, such as area, perimeter, circolarity, lenght, width, roundness, solidity and mean grey value, we were able to define that Colfiorito’s cypselas were greatly bigger than those of Cupi. In addition to that, the work aimed to design a protocol for seeds germination, in collaboration with the Germoplasm Bank of National Majella Park. In order to overcome the seeds dormancy, the cypselas had been submitted to pre-treatments as chemical scarification with H₂SO₄ for 2 and 4 minutes and then 20°C, two different concentrations of GA3 solution, humic acids and temperature of 25°C, prechilling followed by 25°C and vernalization with 5°C for 30, 50 and 100 days. Also we re-created different conditions in a controlled environment, such as temperature of 5°C, 20°C, 25°C without light sources, and temperature of 15°C, 20° C, 25°C with 12 hours of light. We estimated that vernalization with 5°C for 50 days and then photoperiod of 12 hours of light with 20°C was the best combination in order to overcome dormancy and obtain Onopordum tauricum seedlings.
Relatore CASAVECCHIA, SIMONA
Controrelatore PESARESI, SIMONE
ZITTI, SILVIA
Appare nelle tipologie: Laurea specialistica, magistrale, ciclo unico
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
FRONTESPIZIO ROMANO.pdf FRONTESPIZIO TESI ROMANO SARA+CARATTERIZZAZIONE MORFOMETRICA DI DUE POPOLAZIONI DI ONOPORDUM TAURICUM WILLD. NELL'APPENNINO CENTRALE 58.16 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
TESI ROMANO SARA-convertito.pdf ELABORATO ROMANO SARA+CARATTERIZZAZIONE MORFOMETRICA DI DUE POPOLAZIONI DI ONOPORDUM TAURICUM WILLD. NELL'APPENNINO CENTRALE 1.72 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/3380