Studente MARTELLI, PIETRO
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Ingegneria Industriale e Scienze Matematiche
Corso di studio INGEGNERIA MECCANICA
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2021-07-23
Titolo italiano Determinazione in situ della rigidezza dinamica per elementi resilienti
Titolo inglese In situ determination of dynamic stiffness for resilient elements
Abstract in italiano Qualora si voglia studiare in che modo le vibrazioni si trasmettono da una sorgente ad un ricevitore tramite un elemento di collegamento, senza dover smontare i componenti, si devono utilizzare determinate tecniche sperimentali, come la TPA e la FBS. La TPA è una tecnica che permette di identificare i percorsi di trasmissione delle vibrazioni. La FBS è un metodo che permette di trovare le FRF del sistema partendo da quelle delle sottostrutture disaccoppiate. Volendo caratterizzare l'elemento di collegamento si svolge innanzitutto la FBS e, una volta trovate le FRF, si va a estrarre la rigidezza dinamica del mounting dall'impedenza del sistema accoppiato. Per svolgere tali passaggi devono essere svolte delle misurazioni su un assieme e sulle sottostrutture e, ai risultati, va applicata la FBS per poi trovare la rigidezza. Il lavoro svolto si focalizza anche sul cercare il metodo ottimale di eccitazione al fine di svolgere la caratterizzazione del mounting.
Relatore CASTELLINI, PAOLO
Controrelatore MARTARELLI, MILENA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
Determinazione in situ della rigidezza dinamica per elementi resilienti.pdf   fino a2024-07-22 2.14 MB Adobe PDF
Frontespizio.pdf   fino a2024-07-22 2.93 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/355