Studente PETROLINI, LUCREZIA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze Economiche e Sociali
Corso di studio ECONOMIA E COMMERCIO
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2021-07-24
Titolo italiano Employee experience ed engagement nell'era post Covid-19: il caso Namirial S.p.A.
Titolo inglese Employee experience and engagement in the post-Covid-19 era: the case of Namirial S.p.A.
Abstract in italiano La pandemia scatenata da Covid-19 ha radicalmente cambiato lo scenario in cui operano le aziende; per cui, quest’ultime si ritrovano oggi di fronte ad un’organizzazione che va totalmente ripensata e ridisegnata da capo per poter ripartire nel periodo post emergenziale, anche detto “new normal”. Nel corso della storia, le pandemie non hanno portato solo sventura, in molti casi hanno finito per determinare mutamenti epocali di segno positivo; questo può valere anche ai giorni nostri, a condizione di saper davvero abbracciare il cambiamento. In particolare, le forme emergenziali di remote working sperimentate possono trasformarsi in un nuovo concept più smart del lavoro. In questo modo, l’azienda riuscirebbe a trasformare la necessità di misure anti-contagio in un’opportunità per crescere e, contemporaneamente, offrire ai propri dipendenti un modo di lavorare più agile, confortevole e, nondimeno, sostenibile. Difatti, i numerosi benefici collegati alla flessibilità, hanno convinto molte aziende a valutare di mantenere questa modalità di lavoro anche successivamente al periodo di lockdown. Non bisogna trascurare, però, le insidie che si celano dietro questa svolta evolutiva: senza dubbio, la più lampante è la dispersione degli employee nell’home working, che rischia di tradursi in una grande polverizzazione organizzativa. Questo significa che, riprogettando il nuovo assetto post Covid-19, l’azienda, di pari passo, deve necessariamente rispondere anche ad un quesito fondamentale: come mantenere l’Employee Engagement in queste nuove circostanze? Il lavoro di questa tesi si incentra proprio sul dare risposta a questa domanda, prima con un approccio teorico e, successivamente, illustrando la concreta e reale esperienza di Namirial S.p.A. L’obiettivo dell’azienda è stato quello di raggiungere l’Employee Engagement cercando di costruire l’Employee Experience migliore possibile, sia fuori che dentro l’azienda. Ad esempio, integrando tecnologia e flessibilità, è nato lo “Smart Office” oppure, ripensando agli spazi in modo più coerente con i bisogni degli employee, si è costruita una palestra aziendale. Dal lato dei remote workers, invece, non si tratta solo di metterli nelle condizioni di poter lavorare da casa, ma anche e soprattutto, metterli nelle condizioni di lavorarci bene; il team di HR e quello di corporate marketing hanno cercato delle soluzioni innovative che potessero ricreare stimoli emotivi e occasioni di interazione sociale, annullando le distanze e creando coinvolgimento anche in assenza di un luogo fisico di lavoro. Grazie al successo del modello Namirial, possiamo affermare finalmente che distanza ed Employee Engagement rappresentano, sì un binomio difficile, ma non impossibile: per quanto queste iniziative non riescano del tutto a sostituire un paio di chiacchiere con il collega davanti la macchinetta del caffé oppure condividere un pranzo improvvisato in ufficio, utilizzando i giusti touchpoint digitali e facendo percepire una dimensione “caring” dell’azienda verso i suoi dipendenti, questa riesce ad unire, motivare ed ingaggiare un’organizzazione, anche se fisicamente frammentata nell’home working e nelle molteplici sedi aziendali.
Abstract in inglese The pandemic unleashed by Covid-19 has radically changed the scenario in which companies operate; so, they find themselves today in front of an organization that must be totally rethought and redesigned from the beginning to be able to restart in the post-emergency period, also called "new normal".
In the course of history, pandemics have not only brought misfortune, in many cases they have ended up causing epochal changes of a positive sign; this can also apply to the present day, on condition of knowing how to truly embrace change. In particular, the emergency forms of remote working can be transformed into a smarter concept of work. In this way, the company would be able to transform the need for anti-counterfeiting measures into an opportunity to grow and, at the same time, offer their employees a more agile, comfortable and yet sustainable way of working. In fact, the numerous benefits linked to flexibility, have convinced many companies to consider maintaining this mode of work even after the lockdown period. We must not overlook, however, the pitfalls that lie behind this evolutionary turn: without doubt, the most glaring is the dispersion of employees in home working, which is likely to result in a great organizational pulverization. This means that, by redesigning the new Covid-19 structure, the company, at the same time, must necessarily also answer a fundamental question: how to keep the Employee Engagement in these new circumstances? The work of this thesis focuses precisely on answering this question, first with a theoretical approach and, subsequently, illustrating the concrete and real experience of Namirial S.p.A. The aim of the company was to reach the Employee Engagement trying to build the best Employee Experience possible, both inside and outside the company. For example, by integrating technology and flexibility, the "Smart Office" was born or, thinking back to the spaces in a more coherent way with the needs of employees, a company gym was built. 
On the side of remote workers, however, it is not only a matter of putting them in a position to work from home, but also and above all, of putting them in a position to work well there; HR and corporate marketing teams sought innovative solutions that could recreate emotional stimuli and opportunities for social interaction, eliminating distances and creating involvement even in the absence of a physical workplace. 
Thanks to the success of the Namirial model, we can finally say that distance and employee engagement represent, yes, a difficult combination, but not impossible: although these initiatives can not completely replace a couple of chats with the colleague in front of the coffee machine or share an improvised lunch in the office, using the right digital touchpoints and making perceive a “caring” dimension of the company towards its employees, this manages to unite, motivate and engage an organization, even if physically fragmented in home working and in the multiple corporate offices.
Relatore PASCUCCI, FEDERICA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
TESI COMPLETA+FRONTESPIZIO pdf_a.pdf   fino a2024-07-23 Tesi triennale di Lucrezia Petrolini "Employee experience and engagement nell'era post Covid-19: il caso Namirial S.p.A." 2 MB Adobe PDF
FRONTESPIZIO FIRMATO pdf_a.pdf   fino a2024-07-23 560.52 kB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/429