Studente BARBARESI, DANIELE
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze Cliniche e Molecolari
Corso di studio MEDICINA E CHIRURGIA
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2022-03-22
Titolo italiano La real life della terapia biologica nella dermatite atopica moderata severa: risultati di uno studio osservazionale prospettico-retrospettivo monocentrico
Titolo inglese The real life of biological therapy in severe moderate atopic dermatitis: results of a single-center prospective-retrospective observational study
Abstract in italiano Background: Dupilumab è un anticorpo monoclonale umano antagonista del recettore alfa dell’IL-4 che inibisce la segnalazione IL-4 e IL-13, citochine di tipo 2 che sono importanti fattori scatenanti di malattie atopiche o allergiche come la D.A. Obiettivo: Lo scopo primario di questo studio è valutare l’efficacia di 52 settimane di trattamento con 300 mg di Dupilumab, somministrato 1 volta ogni 2 settimane, nei pazienti con D.A. grave, tramite la valutazione del punteggio EASI50 (riduzione di almeno il 50% del valore al baseline), il raggiungimento di un punteggio NRS prurito =1 o una sua riduzione di almeno 5 punti, ed il raggiungimento di un punteggio DLQI=1 o una sua riduzione di almeno 5 punti. Lo scopo secondario è valutare la presenza di eventuali fattori (età d’insorgenza, genere, comorbidità, localizzazione e precedente assunzione di ciclosporina) che possano influenzare la risposta al trattamento. Risultati: Su 155 pazienti 89 hanno terminato il periodo di osservazione di 52 settimane, mostrando una riduzione media dell’EASI score di 88,64% ± 2,94%, una riduzione del 74,97% ± 4% di NRS prurito e una riduzione del 84,51% ± 3,11% del DLQI con un'elevata significatività statistica (p<0,0001). Il 97,75% dei pz ha raggiunto un ΔEASI >50% (1° endpoint primario); l’85,39% ha raggiunto un NRS≤1 o ΔNRS≥5 (2° endpoint); il 98,88% ha raggiunto un DLQI≤1 o ΔDLQI≥5 (3° endpoint). Sono disponibili rivalutazioni anche dopo 16 e 32 settimane di trattamento. Alcune localizzazione sensibili come mani, viso e genitali sono risultate più resistenti al trattamento. Età d’insorgenza, genere e comorbidità atopiche non influenzano la risposta al trattamento; mentre la presenza di un precedente trattamento a base di ciclosporina è risultato influente nella riduzione del valore di DLQI dopo 16 settimane di trattamento. Conclusioni: I risultati confermano il profilo di sicurezza e, soprattutto, l’efficacia del trattamento con Dupilumab nei pz con D.A. severa.
Abstract in inglese Background: Dupilumab is a human monoclonal antibody antagonist of the IL-4 alpha receptor that inhibits IL-4 and IL-13 signaling, type 2 cytokines that are important triggers of atopic or allergic diseases such as AD. Objective: The primary purpose of this study is to evaluate the efficacy of 52 weeks of treatment with 300 mg of Dupilumab, administered once every 2 weeks, in patients with AD. severe, through the assessment of the EASI50 score (reduction of at least 50% of the value at baseline), the achievement of an NRS itch score = 1 or a reduction of it by at least 5 points, and the achievement of a DLQI score = 1 or one its reduction by at least 5 points. The secondary purpose is to assess the presence of any factors (age of onset, gender, comorbidity, location and previous cyclosporine intake) that may influence the response to treatment. Results: Of 155 patients, 89 completed the 52-week observation period, showing a mean EASI score reduction of 88.64% ± 2.94%, a 74.97% ± 4% reduction in NRS pruritus and a 84.51% ± 3.11% reduction in DLQI with high statistical significance (p <0.0001). 97.75% of patients reached an ΔEASI> 50% (1st primary endpoint); 85.39% reached a NRS≤1 or ΔNRS≥5 (2nd endpoint); 98.88% achieved a DLQI≤1 or ΔDLQI≥5 (3rd endpoint). Re-evaluations are also available after 16 and 32 weeks of treatment. Some sensitive locations such as hands, face and genitals were found to be more resistant to treatment. Age of onset, gender and atopic comorbidities do not influence the response to treatment; while the presence of a previous cyclosporine-based treatment was found to be influential in the reduction of the DLQI value after 16 weeks of treatment. Conclusions: The results confirm the safety profile and, above all, the efficacy of treatment with Dupilumab in patients with AD. strict.
Relatore OFFIDANI, ANNAMARIA
Controrelatore SIMONETTI, ORIANA
Appare nelle tipologie: Laurea specialistica, magistrale, ciclo unico
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
Tesi Daniele Barbaresi.pdf 4.29 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Frontespizio.pdf 351.28 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/8341