Studente MANONI, FEDERICA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze Cliniche e Molecolari
Corso di studio MEDICINA E CHIRURGIA
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2022-03-22
Titolo italiano "Analisi delle caratteristiche cliniche, istologiche e biomolecolari dei pazienti affetti da carcinoma della mammella maschile sporadico ed ereditario nella Regione Marche"
Titolo inglese "Analysis of the clinical, histological and biomolecular characteristics of patients with sporadic and hereditary male breast cancer in the Marche Region"
Abstract in italiano Il carcinoma mammario maschile (Male Breast Cancer, MBC) è una neoplasia molto rara che rappresenta meno dell’1% dei tumori maschili (1). Data la sua rarità, gli studi volti a valutarne le caratteristiche si basano spesso su piccole casistiche che difficilmente portano ad evidenze rilevanti dal punto di vista statistico. Tra i fattori di rischio del MBC, un ruolo importante è rivestito dalla familiarità, cioè dalla presenza di almeno un parente di primo grado, uomo o donna, con storia di tumore dello spettro BRCA (mammella, ovaio, prostata e pancreas). La familiarità è suggestiva di suscettibilità genetica che, in questo caso, si basa principalmente sulla presenza di varianti patogenetiche (VP) a carico dei geni BRCA1 e BRCA2 (5). In questo studio sono stati arruolati 108 pazienti affetti da MBC che hanno eseguito consulenza genetica e successivo test genetico presso il Centro ad alta specializzazione di riferimento Regionale di Genetica Oncologica “Prof. Riccardo Cellerino” nel periodo compreso tra ottobre 1998 e novembre 2020. Il presente studio ha come obiettivo la valutazione delle caratteristiche clinico-anamnestiche, istopatologiche e biomolecolari del MBC e il confronto di tali dati con la letteratura già esistente. Ulteriore obiettivo è quello di confrontare le sopracitate caratteristiche tra i pazienti carriers di VP di BRCA e i non carriers così da poter caratterizzare il MBC ereditario e sporadico. In aggiunta, oggetto di analisi è il DR (detection rate), cioè la probabilità di trovare una VP di BRCA nel totale della popolazione presa in esame e nel sottogruppo dei pazienti con e senza familiarità per tumori dello spettro BRCA. Dall’analisi dei risultati, emerge che il carcinoma della mammella maschile è un tumore dell’età adulta avanzata con età media d’esordio pari a 65 anni (range 37 – 89), con istotipo prevalentemente duttale invasivo (91.2% dei casi), per lo più ER+ e PgR+ (rispettivamente 94.8% e 86.9% dei casi) e, nella maggior parte dei casi, Her2- (90.4% dei casi). Inoltre, nei pazienti affetti da MBC, è molto frequente la presenza di familiarità, soprattutto per carcinoma mammario. Tali dati confermano quelli già osservati in altri studi presenti in letteratura (59,60). Dei 108 pazienti inseriti in questo studio, 27 pazienti sono risultati carriers di una VP di BRCA con un DR pari al 25%, superiore a quello riportato in diversi studi in letteratura (53,61,62). Inoltre, il DR è risultato del 40.8% nei pazienti con familiarità positiva per tumori dello spettro BRCA e del 12.5% nel sottogruppo senza familiarità. Pertanto, si conferma l’indicazione alla consulenza genetica per tutti i pazienti affetti da MBC, indipendentemente dalla familiarità (5). Infine, dal presente studio, confermando quanto già riportato in letteratura, si evince che il MBC ereditario è per lo più di istotipo duttale invasivo di medio e alto grado. Si tratta di tumori che, nella maggior parte dei casi, sono ER+ e PgR+ (87.5% dei casi per entrambi), Her2- (91.7%) e che hanno alto indice proliferativo (Ki67 ≥ 20% nel 73.9% dei casi) (53,61,62). In aggiunta, oltre la metà (54.2% dei casi) di pazienti con VP di BRCA si è presentata con metastasi linfonodali all’esordio. Infine, se si considera l’espressione recettoriale degli estrogeni e del progesterone e i livelli di espressione di Ki67 come variabili continue e non come negatività/positività (come normalmente indicato), si nota che nel MBC ereditario l’espressione recettoriale è significativamente più bassa e l’indice proliferativo è significativamente maggiore rispetto alla controparte sporadica: la mediana di espressione è 85% versus 90% per ER, 55% versus 80% per PgR e 35% versus 25% per Ki67.
Abstract in inglese Male Breast Cancer (MBC) is very rare and represents less than 1% of male cancers (1). So, studies that aim at evaluating its characteristics are often based on small series that hardly lead to statistically relevant evidence. Among the risk factors of MBC, an important role is played by familiarity which is the presence of at least one first degree relative, man or woman, with a history of cancer of the BRCA spectrum (breast, ovary, prostate and pancreas). Familiarity suggests genetic susceptibility that, for MBC, is mainly based on the presence of pathogenetic variants (PVs) in BRCA1 and BRCA2 genes (5). 108 patients were enrolled in this study; they all had MBC and they all had done genetic counselling and genetic testing at the highly specialized regional reference Centre for Oncological Genetics “Prof. Riccardo Cellerino” between October 1998 and November 2020. This study aims to evaluate the clinical-anamnestic, histopathological and biomolecular characteristics of MBC and to compare these data with the existing literature and between BRCA mutation carriers and non-carriers. In addition, this study analyses the detection rate (DR) which defines the probability of finding a BRCA PV in all the examined population and in the group of patients with and without familiarity for BRCA-associated tumors. The analysis of the results shows that MBC is a cancer of advanced adulthood with an average age of onset of 65 (range 37 – 89), that the invasive ductal histotype is the predominant one (91% of cases), that MBC is mostly ER + (94.8% of cases), PgR + (86.9% of cases) and Her2 – (90.4% of cases). Furthermore, patients with MBC have shown a frequent familiarity, especially for breast cancer. These data confirm those already observed in former studies (59,60). 27 of the 108 patients were BRCA mutation carriers with a DR of 25%. This DR is higher than that reported in several former studies in literature (53,61,62). The DR was 40.8% in patients with positive familiarity and 12.5% in patients without familiarity. Therefore, the indication for genetic counselling is confirmed for all patients with MBC, regardless of familiarity (5). Furthermore, this study confirms what is already reported in literature about hereditary MBC: it is mostly an invasive ductal tumor with medium and high grade. ER + (87.5% of cases), PgR + (87.5% of cases), Her2 – (91.7% of cases) and with a high proliferative index (Ki67 ≥ 20% in 73.9% of cases) (53,61,62). In addition, more than a half of the BRCA mutation carriers had lymph node metastases at onset (54.2% of cases). Finally, this study considers the expression of the estrogen and progesterone receptors and Ki67 as continuous variables and not simply as negativity/positivity (as normally indicated). This shows that hereditary MBC has a significantly lower receptor expression and a significantly higher proliferative index than the sporadic counterpart: the median of expression is 85% versus 90% for ER, 55% versus 80% for PgR and 35% versus 25% for Ki67.
Relatore BERARDI, ROSSANA
Controrelatore GIAMPIERI, RICCARDO
Appare nelle tipologie: Laurea specialistica, magistrale, ciclo unico
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
TESI 2021 FEDERICA MANONI Ca mamm maschile.pdf 1.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
Frontespizio Federica Manoni.pdf 333.65 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/8347