Studente FANARA, MARTINA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze della Vita e dell'Ambiente
Corso di studio BIOLOGIA MARINA
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2021-10-22
Titolo italiano VALUTAZIONE DEI SERVIZI ECOSISTEMICI FORNITI DALLA PRATERIA DI CYMODOCEA NODOSA IN ABADES, TENERIFE
Titolo inglese EVALUATION OF THE ECOSYSTEM SERVICES PROVIDED BY CYMODOCEA NODOSA SEAGRASS PATCH IN ABADES, TENERIFE
Abstract in italiano Cymodocea nodosa è la fanerogama più comune nelle Isole Canarie. In questo studio si è voluta caratterizzare l’area marina di Abades, per poter valutare i servizi ecosistemici che può fornirci la presente prateria. Per analizzarli, sono stati presi in considerazione diversi parametri: estensione e densità, biodiversità, turismo, attività di pesca, produzione e consumo di O2 e CO2, in modo da provare l’importanza di quest’area non ancona inclusa nelle Zone Speciali di Conservazione (ZSC). La raccolta dati è stata condotta tra Maggio e Giugno 2021, tramite l’esecuzione di diverse metodologie per ogni obiettivo. L’estensione e la densità della prateria di C. nodosa sono stati studiati tramite la più recente cartografia REDMIC e l’applicazione di transetti a diverse profondità. La biodiversità è stata analizzata effettuando innanzitutto una lista contenente tutte le specie appartenenti alla fauna associata a C. nodosa in tutta l’area delle Isole Canarie, usando come fonte REDPROMAR, per poi andare a concentrare il lavoro sull’abbondanza delle specie nell’area marina di Abades tramite il posizionamento di un transetto fisso in modo da prendere nota di tutte le specie presenti. Per quanto riguarda l’attività di pesca, è stata stilata una lista di tutte le specie di interesse commerciale associate alle praterie di C. nodosa in modo da andare a ricercare in seguito i diversi costi per kg di prodotto. Volendo analizzare il lato economico dei servizi ecosistemici forniti da C. nodosa, oltre alla sopra citata attività di pesca, ci si è focalizzati sul turismo, in particolar modo sull’attività subacquea, tramite la consegna di questionari a diversi Diving Centers con domande mirate sul loro ricavo grazie alle immersioni in Abades. In ultimo, sono stati consultati articoli scientifici riguardanti la produzione primaria di C. nodosa per poter stimare la produzione e il consumo di O2 e CO2. I risultati hanno mostrato innanzitutto un’estensione della prateria di 83.437 m2 , presentando inoltre una media densità con un massimo di 928 n° fasci/m2 . Per quanto riguarda la biodiversità sono state numerate 26 diverse specie e un totale di 324 individui, tra giovanili e adulti. Sono inoltre state avvistate al di fuori dell’area del transetto, due specie a rischio di estinzione Pteromylaeus bovinus e Squatina squatina. Tramite i questionari è stato valutato che quest’area è visitata in media 4 giorni a settimana, da circa 13 subacquei, raggiungendo un massimo di 20 subacquei e un minimo di 3. Inoltre, in media un’immersione in Abades ha un costo di 39,80 € e da questi, il ricavo effettivamente guadagnato è pari a 17,50 €, che in un anno può raggiungere circa 11.830 €. Tramite la visita a numerose pescherie locali, si è potuto stimare in media il guadagno che si può ricavare con la vendita delle specie associate a C. nodosa. Ad esempio, si è visto come tre specie avvistate durante lo studio con il transetto ovvero, Sparisoma cretense, Pagellus erythrinus, Boops boops siano vendute rispettivamente a 9,45 €, 8 € e 2 € al kg. La specie venduta a prezzo maggiore, pari a 12,60 €/kg è invece Mullus surmuletus. Infine, la consultazione di articoli scientifici incentrati sulla produzione primaria di C. nodosa ha permesso di stimare che l’O2 prodotto dalla prateria presente in Abades corrisponde a 25.414,91 gO2 mentre la CO2 consumata è pari a 172,02 gC. In conclusione, quest’area di studio dovrebbe essere considerata con priorità nella progettazione delle future strategie di conservazione della zona costiera locale, per evitare la perdita di biodiversità e garantire la fornitura a lungo termine dei relativi servizi ecosistemici.
Abstract in inglese Cymodocea nodosa is the most common phanerogam in Canary Islands. In this study was analyzed the marine area of Abades in which is present a meadow, that can provide a lot of ecosystem services. A characterization of the area was conduct, to evaluate the density, biodiversity, fishing activity, tourism promoter and the CO2 consumption and O2 production to make a proof of the importance of this area since it is not included in the Special Area of Conservation (SAC). The data collection was conducted from May to June 2021, with different methodologies for each objective. Extension and density were studied through recent cartography and the application of transects lines that shown at the end a meadow with a medium density with a maximum of 928 n° bundles/ m2 . Biodiversity was analyzed doing a list of all species associated to Cymodocea nodosa, using as source REDPROMAR database, and with transects lines that were conducted once a week in which a total of 26 different species and a total of 324 individuals were found. Some of these species were also of fishing interest, for this reason a list of all species of fishing interest associated to Cymodocea nodosa was made to assess the economic side that can provide to as this seagrass. To analyze if Abades is a frequented area by tourism, questionnaires were sent to different Diving Centers of the island to calculate how much money they can earn from diving in that area, resulting that the profit form a single dive is in average of 17,50€. The consultation of specific scientific papers about C. nodosa’s primary production was done to estimate the CO2 consumption and O2 production carried out by this phanerogam, which corresponds to 172,02 gC and 25.414,91 gO2 respectively.
Relatore CERRANO, CARLO
Controrelatore RODRÍGUEZ JUNCÁ, ALICIA
Appare nelle tipologie: Laurea specialistica, magistrale, ciclo unico
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE.pdf   fino a2023-10-22 394.24 kB Adobe PDF
Tesi FANARA.pdf   fino a2023-10-22 4.79 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/1013