Studente BARDEGGIA, VALENTINA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze Biomediche e Sanita' Pubblica
Corso di studio Infermieristica (abilitante alla professione sanitaria di Infermiere)
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2021-11-30
Titolo italiano La Classificazione di Ross come strumento di valutazione infermieristica nel bambino cardiopatico
Titolo inglese Ross's Classification as a nursing assessment tool in children with heart disease.
Abstract in italiano ABSTRACT Titolo: La Classificazione di Ross come strumento di valutazione infermieristica nel bambino cardiopatico. Background: l’Insufficienza cardiaca è una sindrome clinica che fa seguito a una disfunzione del muscolo cardiaco con inadeguata risposta alle esigenze metaboliche dell’organismo. Essa appare più critica e complessa nei bambini rispetto agli adulti. È fondamentale, dunque, trattare precocemente questa condizione: per questo, è nata la Classificazione di Ross che assegna uno score al paziente sulla base di segni e sintomi presentati. Obiettivo dello studio: valutare ruolo e utilità del personale infermieristico nella rac- colta e nella rilevazione dei dati antropometrici, dei parametri vitali e dei segni clinici utili al computo della classe funzionale di Ross. Metodi: si è condotto uno studio quantitativo osservazionale su un campione di cartelle cliniche ed infermieristiche appartenenti a neonati e bambini ricoverati presso la SOD UTIP (Unità di Terapia Intensiva Pediatrica)-CCPC (Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica Congenita) dell’AOU Ospedali Riuniti di Ancona relativo all’anno 2021. La raccolta dati è stata organizzata su un database elettronico, assegnando un punteggio in base alla Classificazione di Ross ad ogni paziente. Successivamente è seguita un’analisi statistica utilizzando software dedicati quali Wizard e STATA. Risultati: la popolazione reclutata ha subìto per il 56% intervento di correzione chirurgica di DIA mentre per il 44% di DIV; la maggior parte apparteneva alla seconda classe di Ross (51%), mentre nessuno presentava parametri inclusi nella quarta classe (la più grave). Dall’analisi intrapresa, è emerso che i pazienti inseriti nelle classi seconda e terza di Ross hanno avuto un tempo di degenza più lungo rispetto a coloro che rientravano nella prima classe, oltre che maggior rischio relativo di degenza totale ospedaliera e in TIPO. Le ospedalizzazioni successive invece hanno coinvolto solo il 5% del campione analiz- zato. Conclusioni: la figura dell’infermiere risulta fondamentale nella rilevazione dei parametri per la computa della classificazione di Ross nello scompenso cardiaco in pediatria. Fondamentali, oltre ai dati prettamente clinico-strumentali, sono i comportamenti durante l’alimentazione e la gravità del distress respiratorio ad essa correlato. La creazione di un gruppo multidisciplinare che affronti ogni aspetto correlato allo scompenso cardiaco permette un confronto efficace tra i diversi professionisti della salute e un livello di assistenza eccellente. Parole chiave: Insufficienza cardiaca, Classificazione di Ross, Bambino cardiopatico, Assistenza infermieristica.
Abstract in inglese ABSTRACT Title: Ross’s classification as a nursing assessment tool in children with heart disease. Background: Heart failure is a clinical syndrome that follows a dysfunction of the heart muscle with inadequate response to the body’s metabolic needs. It appears more critical and complex in children than in adults. It is therefore essential to treat this condition early: for this reason, the Ross classification was born, which assigns a score to the patient based on the signs and symptoms presented. Objective for the study: evaluate the role and usefulness of the nursing staff in the collection and detection of anthropometric data, vital parameters and clinical signs useful for the calculation of the functional class of Ross. Methods: A quantitative observational study was conducted on a sample of clinical and nursing records belonging to infants and children admitted to the SOD UTIP (Pediatric Intensive Care Unit) - CCPC (Congenital Pediatric Cardiology and Cardiac Surgery) of the AOU Ospedali Riuniti of Ancona relating to the year 2021. The data collection was organized on an electronic database, assigning a score based on the Ross classification to each patient. A statistical analysis was then followed using dedicated software such as Wizard and STATA. Results: 56% of the recruited population underwent surgical correction of ASD while 44% of DIV; most belonged to the second class of Ross (51%), while none had parameters included in the fourth class (the most severe). From the analysis undertaken, it emerged that patients placed in Ross's second and third classes had a longer hospital stay than those who were in the first class as well as a greater relative risk of total hospital stay and in TIPO. The subsequent hospitalizations, on the other hand, involved only 5% of the sample analyzed. Conclusions: the figure of the nurse is fundamental in the detection of the parameters for the computation of the Ross classification in heart failure in pediatrics. In addition to the purely clinical-instrumental data, the behavior during feeding and the severity of the related respiratory distress are fundamental. The creation of a multidisciplinary team that addresses every aspect related to heart failure allows an effective comparison between different health professionals and an excellent level of care. Keywords: Heart failure, Ross classification, Child with heart disease, Nursing.
Relatore GUERRA, FEDERICO
Controrelatore GATTI, CHIARA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
FRONTESPIZIO.pdf   fino a2024-11-29 320.46 kB Adobe PDF
TESI.pdf   fino a2024-11-29 1.55 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/1157