Social networks are "aggregators" of news obtained from different sources and, since they are expanding rapidly, they are increasingly used as sources of information. In particular, the reader ends up focusing more on the story than on the source and this often causes a distorted view of reality. It is therefore appropriate to guide the population most involved in this system of false beliefs in order to prevent their spread. Since the food sector is not exempt from all of this, the task of the dietitian is also that of accompanying people on a path of basic nutrition education, as illustrated in this three-year thesis, teaching them to recognize "fake news" and to verify all of the information to which they are subjected.

I social network sono "aggregatori" di notizie ricavate da diverse fonti ed essendo questi in forte espansione, vengono sempre più utilizzati come fonti di informazione. In particolare il lettore finisce per focalizzarsi più sulla storia che sulla fonte e ciò provoca spesso una visione distorta della realtà. È opportuno quindi guidare la popolazione più coinvolta in questo sistema di false credenze, al fine di prevenire la loro diffusione. Poiché l’ambito alimentare non è esente da tutto ciò, compito della figura del dietista è anche quello, come illustrato nella presente tesi triennale, di accompagnare la persone ad un percorso di educazione alimentare di base, insegnare loro a riconoscere le "fake news" e a verificare tutte le informazioni a cui sono sottoposti.

Fake News Nutrizionali e ruolo del Dietista nella prevenzione di scelte alimentari

FRATERNALE, CAMILLA
2020/2021

Abstract

I social network sono "aggregatori" di notizie ricavate da diverse fonti ed essendo questi in forte espansione, vengono sempre più utilizzati come fonti di informazione. In particolare il lettore finisce per focalizzarsi più sulla storia che sulla fonte e ciò provoca spesso una visione distorta della realtà. È opportuno quindi guidare la popolazione più coinvolta in questo sistema di false credenze, al fine di prevenire la loro diffusione. Poiché l’ambito alimentare non è esente da tutto ciò, compito della figura del dietista è anche quello, come illustrato nella presente tesi triennale, di accompagnare la persone ad un percorso di educazione alimentare di base, insegnare loro a riconoscere le "fake news" e a verificare tutte le informazioni a cui sono sottoposti.
2020
2021-11-15
Nutritional Fake News and the role of the Dietician in the prevention of food choices
Social networks are "aggregators" of news obtained from different sources and, since they are expanding rapidly, they are increasingly used as sources of information. In particular, the reader ends up focusing more on the story than on the source and this often causes a distorted view of reality. It is therefore appropriate to guide the population most involved in this system of false beliefs in order to prevent their spread. Since the food sector is not exempt from all of this, the task of the dietitian is also that of accompanying people on a path of basic nutrition education, as illustrated in this three-year thesis, teaching them to recognize "fake news" and to verify all of the information to which they are subjected.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
FRONTESPIZIO firmato (1).pdf

embargo fino al 14/11/2024

Descrizione: Frontespizio tesi triennale firmato da relatrice, correlatrice e laureanda.
Dimensione 1.54 MB
Formato Adobe PDF
1.54 MB Adobe PDF
TESI no frontespizio (2).pdf

embargo fino al 14/11/2024

Descrizione: Testo tesi triennale no frontespizio
Dimensione 1 MB
Formato Adobe PDF
1 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12075/721