Studente BIANCUCCI, STEFANIA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento Scienze e Ingegneria della Materia, dell'Ambiente ed Urbanistica
Corso di studio INGEGNERIA CIVILE E AMBIENTALE
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2021-12-15
Titolo italiano Materiali da costruzione innovativi realizzati con rifiuti provenienti dalle macerie da demolizione, per uno sviluppo sostenibile del settore delle costruzioni
Titolo inglese Innovative construction materials from demolition waste, for a sustainable development of the construction sector
Abstract in italiano Il problema dell'eccessivo sfruttamento delle risorse naturali e delle emissioni di anidride carbonica in atmosfera da un lato e la grande quantità di rifiuti industriali non pericolosi annualmente smaltiti in discarica dall'altro, sono la forza motrice delle ricerche condotte per lo sviluppo di materiali sostenibili per il settore delle costruzioni e per l'industria. I rifiuti da costruzione e demolizione (C&D) sono il principale flusso di rifiuti nell'Unione Europea, pari a circa un terzo di tutti i rifiuti prodotti. Attualmente in Europa solo il 50% dei C&D viene riciclato. La corretta gestione del C&D e dei materiali riciclati, compresa la corretta gestione dei rifiuti pericolosi, può portare a notevoli benefici in termini di sostenibilità e qualità della vita, ma può anche offrire notevoli vantaggi per l'industria delle costruzioni e del riciclaggio dell'Unione Europea. Oggi, le filiere di recupero e riciclo dei rifiuti provenienti dalle costruzioni sono una concreta opportunità per ridurre l'utilizzo di materiali non rinnovabili e ridurre gli impatti paesaggistici e ambientali. Nasce così l'esigenza di sviluppare materiali e tecniche costruttive capaci di riorientare il settore in un'ottica di sostenibilità, ecologia e sicurezza. In questo contesto, i materiali innovativi possono essere la risposta alla necessità di ridurre le problematiche ambientali imputate al settore delle costruzioni, sostituendo i materiali tradizionali ad alto impatto. Lo studio affronterà nella prima parte la definizione dei rifiuti nell’edilizia tradizionale con riferimento alla nuova normativa europea e italiana; nella seconda parte si porrà l’attenzione sugli strumenti e sulle metodologie operative per migliorare la gestione dei rifiuti, ponendo particolare attenzione al potenziale riutilizzo o riciclo di alta qualità dei principali elementi ricavati dalla demolizione (contribuendo in tal modo allo sviluppo dell’economia circolare). L’ultima parte dell’elaborato si focalizzerà sullo sviluppo dei materiali innovativi e sul contributo che questi possono fornire al settore delle costruzioni in termini di sostenibilità, sicurezza e qualità della vita.
Relatore TITTARELLI, FRANCESCA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
frontespizio firmato.pdf   fino a2024-12-14 Frontespizio 142.42 kB Adobe PDF
tesi Biancucci Stefania.pdf   fino a2024-12-14 Tesi 6.72 MB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/7401