Studente BERLUTI, CAROLINA
Facoltà/Dipartimento Dipartimento di Scienze Cliniche Specialistiche ed Odontostomatologiche
Corso di studio OSTETRICIA (ABILITANTE ALLA PROFESSIONE SANITARIA DI OSTETRICA/O)
Anno Accademico 2020
Data dell'esame finale 2021-11-22
Titolo italiano L'influenza dei social network sulla gravidanza, il travaglio e il parto
Titolo inglese Social networks' influence on pregnancy, labor and childbirth
Abstract in italiano Da circa qualche decennio il mondo dei social network è approdato all’interno della nostra quotidianità e da allora la presenza di queste piattaforme è sempre più in crescita e di interesse pubblico. I social media rappresentano uno spazio virtuale dalle mille risorse, tra cui la possibilità di ottenere informazioni riguardanti la propria salute; questa nuova abitudine va a rimodellare le dinamiche all’interno della sanità, la quale deve sempre più interfacciarsi con un’utenza influenzata dai contenuti letti sui social media. L’idea di questa ricerca nasce dal presupposto che tale condotta possa condizionare nello specifico anche coloro che stanno vivendo uno dei momenti di transizione più importanti nella società: il passaggio da donna a madre. L’obiettivo di questo studio è indagare l’influenza dei social network sulla gravidanza, il travaglio e il parto con il fine di promuovere un corretto utilizzo di queste piattaforme sia da parte dell’utenza sia da parte dei professionisti sanitari. Dopo un’attenta analisi della letteratura, l’argomento si rivela attuale e, al tempo stesso, carente dal punto di vista bibliografico, dando la possibilità di studiare il fenomeno nel modo più completo e innovativo possibile. A tal proposito, l’indagine si è svolta attraverso la somministrazione di due questionari distribuiti in due contesti e momenti differenti: il primo era indirizzato a coloro che si trovano in gravidanza, mentre il secondo era riservato alle donne che avevano partorito. Questa scelta è stata adottata in modo da poter raccogliere dei dati che rispecchiassero il più possibile l’esperienza di ogni donna senza che ci fossero eventuali interferenze date da altri contesti. Da questo studio è emerso che la tendenza dei social network è in costante aumento anche tra le donne in dolce attesa: tali piattaforme si sono rivelate essere tra le fonti di informazione maggiormente utilizzate, nonché un valido strumento di aiuto per la maggior parte delle partecipanti. In questo contesto, diviene interessante approfondire ulteriormente andando a ricercare un’eventuale correlazione tra l’utilizzo dei social network in gravidanza e la partecipazione ai corsi d’accompagnamento alla nascita. Dai risultati si è visto che non esiste, nel nostro campione, alcun legame tra l’utilizzo dei social media e la partecipazione o meno ai corsi preparto; tuttavia, parte delle donne ha affermato che le informazioni presenti sui social network sono simili alle nozioni che vengono erogate tramite i corsi preparto. Per quanto concerne l’utilizzo dei social network durante il travaglio e il parto, è stato riscontrato che la maggior parte delle intervistate non li ha utilizzati affatto e che la loro influenza, negativa o positiva, non è correlata all’esito del parto. La ricerca si conclude con un resoconto sulle considerazioni delle donne riguardo alla loro esperienza, constatando che la maggior parte di loro consiglierebbe l’utilizzo dei social network soprattutto per ricevere conforto e sostegno da parte di altre coppie. Ricerche future potrebbero essere volte a identificare aspetti aggiuntivi andando a estendere il fenomeno a un campione numericamente maggiore. Su questa base, si consiglia ai professionisti della salute di ricercare costantemente quali siano le esigenze e i bisogni dei propri pazienti senza sottovalutare la potenzialità dei social network come fonte di divulgazione e promozione della salute.
Abstract in inglese Since a few decades, the world of social networks has arrived in our daily lives and since then the presence of these platforms is increasingly growing and of public interest. Social media represent a virtual space with a thousand resources, including the possibility of obtaining information regarding one's own health; this new habit is going to reshape the dynamics within the health sector, which must increasingly interface with a user base influenced by the content read on social media. The idea of this research stems from the assumption that this behavior can also specifically affect those who are experiencing one of the most important transitional moments in society: the transition from woman to mother. The objective of this study is to investigate the influence of social networks on pregnancy, labor and delivery with the aim of promoting the proper use of these platforms by both users and health professionals. After a careful analysis of the literature, the topic turns out to be current and, at the same time, lacking in bibliography, giving the opportunity to study the phenomenon in the most comprehensive and innovative way possible. In this regard, the survey was carried out through the administration of two questionnaires distributed in two different contexts and moments: the first was addressed to those who were pregnant, while the second was reserved for women who had given birth. This choice was made in order to collect data that reflected as much as possible the experience of each woman without any interference from other contexts. From this study it emerged that the trend of social networks is constantly increasing even among expectant mothers: these platforms proved to be among the most widely used sources of information, as well as a valuable tool to help most of the participants. In this context, it becomes interesting to further investigate a possible correlation between the use of social networks in pregnancy and participation in courses accompanying the birth. The results show that in our sample, there is no link between the use of social media and participation or not in antenatal classes; however, some of the women stated that the information present on social networks is similar to the notions that are provided through antenatal classes. Regarding the use of social networks during labor and delivery, it was found that most of the respondents did not use them at all and that their influence, negative or positive, did not correlate with the outcome of the delivery. The research concludes with an account of women's thoughts about their experience, noting that most would recommend using social networks primarily to receive comfort and support from other couples. Future research could be aimed at identifying additional aspects by going to extend the phenomenon to a numerically larger sample. On this basis, we advise health professionals to constantly research what the needs and requirements of their patients are without underestimating the potential of social networks as a source of health dissemination and promotion.
Relatore MANCINELLI, ROMINA
Controrelatore CERIONI, CHIARA
Appare nelle tipologie: Laurea triennale, diploma universitario
File in questo prodotto:
File Descrizione Dimensione Formato  
L'influenza dei social network sulla gravidanza, il travaglio e il parto_Tesi di Carolina Berluti.pdf   fino a2024-11-21 2.51 MB Adobe PDF
Frontespizio_L'influenza dei social network sulla gravidanza, il travaglio e il parto.pdf   fino a2024-11-21 221.03 kB Adobe PDF

I documenti in UNITESI sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12075/854